QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

24 ago 2021 -

Realtà alterata

Si parte da Apple che minaccia la libertà e la riservatezza delle persone per la sua intenzione di inserire strumenti di verifica della presenza di foto valutate come pedopornografiche , tanto che vengono pubblicate lettere aperte firmate da liste chilometriche di associazioni per chiedere ad Apple di abbandonare i propri piani.

Si arriva a dichiarazioni filtrate dal processo Apple-Samsung, dove un dirigente di Apple parla di iCloud come la piattaforma più grande per distribuire materiale sessualmente abusivo per i minori.

La realtà non corrisponde mai perfettamente alla sua rappresentazione ed è necessario sempre un passo di analisi successivo. Senza approfondire quello che si è visto, letto, ascoltato, notato nei commenti, si può solo perpetuare una immagine alterata della realtà.

Oltretutto è in atto un’offensiva contro i linguaggi di comunicazione, per agganciarli a priori a una rappresentazione distorta della realtà, corrispondente a questo o a quello scopo ideologico, politico, moralistico eccetera.

Ieri leggevo del tentativo di sostituire allattamento al seno con allattamento al petto , perché evidentemente parlare di seno non è abbastanza inclusivo, qualsiasi cosa debba significare inclusivo.

Viva la realtà aumentata, viva la realtà virtuale, ma la realtà alterata no. Va combattuta costantemente e l’unico modo vero per farlo è ampliare la propria conoscenza.

Per ora si può lasciare un commento dalla pagina apposita di Muut per QuickLoox . I commenti torneranno disponibili in calce ai post appena possibile.

quickloox