Finalmente Libre

Written on 2021-03-29 02:12

Uno dei miei punti fermi è poter replicare i flussi di lavoro senza troppi problemi attraverso Mac, iPad e – in modo ragionevole – perfino su iPhone.

Su iPad e iPhone ho avuto finora un grosso tallone d’Achille: i file OpenDocument, usati per esempio da LibreOffice (ma anche, lato testo, da TextEdit: provare per credere). Riceverne uno su iPad, senza Mac a disposizione, era un grosso ostacolo. Sì, accesso remoto a Mac, apertura con LibreOffice, salvataggio in altro formato, invio a iPad… ma è scomodo, inelegante e non sempre fattibile.

Finalmente ho scovato OpenDocument Reader, app open source di un programmatore austriaco che si comporta bene come lettore di documenti e offre anche l’editing minimo per sistemare un refuso o compiere una piccola modifica.

Inizialmente diffidente, ho scaricato la versione Lite sostenuta dalla pubblicità. C’è un bannerino in alto di dimensioni più che ragionevoli e per il resto la app è pienamente fruibile.

Risolto il mio problema di visualizzazione file, soddisfatto ho curiosato su App Store per vedere quanto costasse la versione a pagamento, completamente uguale alla Lite tranne l’assenza di pubblicità.

Due euro e ventinove. Circa l’ottocentesima parte del valore totale del lavoro che sto svolgendo.

L’ho comprata subito e va a finire che gli lascio pure la recensione sullo Store.

Mentre approfondisco la faccenda dei commenti per il blog, chi vuole lasciare comunque un commento da qui può accedere liberamente alla pagina commenti di Muut per QuickLoox. Non è ancora (ri)collegata a questi post (è lo scopo di tutto l’esercizio). Però lo sarà.

Previous
Next

Unless otherwise credited all material Creative Commons License by lux