QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Viva la differenza

Impossibile superare la sintesi e la precisione di questo commento di John Gruber ispirato da un articolo del New York Times, per cui lo traduco e va bene così.

Quando qualcuno dice di preferire Arial, intende dire che gli piace Helvetica e non conosce la differenza. Qualsiasi designer degno del proprio titolo, se gli chiedono Arial, usa Helvetica.

Ipse dixit.