QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Europa 2.0.1

Dopo la disdicevole chiusura della vecchia versione di Europass, ho dato una seconda possibilità a quella nuova.

La sezione delle competenze informatiche si è di molto automatizzata, fino a non funzionare. Su iPad, appena la si richiama, la pagina si ricarica improvvisamente e riporta alla home personale, con il proprio profilo. Niente paura: i dati non sono andati persi come sembra. Un colpo sul pulsante Indietro del browser e sono ancora lì, con la possibilità di completare effettivamente la sezione.

I dati se ne vanno dopo, quando al termine della compilazione il sito invita a scegliere uno dei modelli di pubblicazione disponibili. Una bella novità, prima il layout era obbligato.

Talmente bella che la sciorinano all’infinito. Un indicatore di progressione si mette a girare e non succede più nulla, né si può fare alcunché.

Si potrebbe addurre la scusa del software appena pubblicato, con qualche bug da sistemare, succede a tutti. Certo, solo che gli altri salvano i dati. Europass nuova versione fa come la vecchia e li lascia in memoria, al massimo nella cache del browser. Qualsiasi accidente in qualunque momento della compilazione mette a rischio tutto il lavoro fato.

Succedesse in Google Documenti, sarebbe considerato imperdonabile. Persino Mailchimp, l’ufficio complicazione affari semplici in materia, dichiara di salvare automaticamente ogni venti secondi è quasi sempre è vero. Europass invece può tranquillamente bruciare un documento per via di un grappino di troppo prima di mettersi al lavoro su JavaScript. Canva, che quando clicchi su un comando di menu fai gli scongiuri, se glielo dici salva.

Ogni tanto qualche componente della Commissione Europea si mette a blaterare di competitività, di multinazionali americane cui bisogna offrire alternative, tutela di questo e dell’altro, due punto zero, quattro punto zero.

È gente che vive di soldi pubblici e non ha bisogno di un curriculum come si deve. Invece dovrebbero, così per accorgersi che alle multinazionali, se parliamo di programmazione web, possiamo al più accendere grandi ceri votivi. Perché le cose che fanno loro, e usiamo per lavorare veramente, funzionano.