QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

La cosa da chiedersi

Mancano pochissime ore a WWDC e mi aspetto da tempo cose interessanti sul fronte dell’automazione personale.

Campo dove, più leggi più ti si aprono davanti orizzonti sconfinati. Il bello è che una ricetta non esiste; forse proprio la parte più difficile è scegliere un percorso, tra i tanti possibili, il che implica l’abbandono di tante alternative che ogni giorno, una per volta, improvvisamente si rifanno vive e promettenti più di prima.

Ci ho pensato mettendo a confronto Dr. Drang e Dave Winer. Il primo racconta di come usa LaTex per realizzare relazioni da presentare in azienda, documenti il cui primo requisito tecnico è la possibilità di lavorarci da iPad o da Mac, indifferentemente, dipende dal mezzo che ha davanti.

Il secondo racconta in sintesi come funziona il suo blog. In tempi di Wordpress-mania è come se sbarcassero gli alieni.

Buona Wwdc a tutti. Il motto di quest’anno è Write code. Blow Minds. In fondo alle pagine di Winer, a parafrasare Kennedy, una volta la frase del giorno è stata Non chiederti che cosa Internet può fare per te.

In fondo, è la stessa cosa.