QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Dove si va per i servizi

Come per il lato finanziario, ci sono più modi di guardare alla virata di Apple verso lo sviluppo dei servizi. Li sintetizza bene Benedict Evans, nel numero di tre:

  • Iterazioni cadenzate e predicibili del prodotto News/Games/Apple Pay, che innovano zero ma risolvono problemi di semplicità/accesso/scoperta. Manager di prodotto che fanno management di prodotto.
  • Tutti questi prodotti tendono a rendere più probabile che il prossimo telefono acquistato sia un altro iPhone e naturalmente incrementano il fatturato.
  • Brand.

La parte più interessante è questa. Certo, dopo avere messo in mano un telefono a tutti gli adulti del pianeta, spunti di crescita hardware ce ne sono pochi. Però leggerla sempre con gli occhi del contabile è limitante. La storia può avere anche un altro taglio; per esempio quello del ruolo che si ricopre sul mercato. Ieri la promessa, dice Evans, era non devi preoccuparti che non funzioni.

Quei tempi son lontani e oggi siamo tutti più distanti di una volta dal fatto tecnico. La promessa va allora rinnovata e oggi diventa non devi preoccuparti che ti freghino. I servizi Apple puntano su sicurezza e privacy come fattore che diversifica l’offerta rispetto alle norma.

Diventa di fatto una riedizione di for the rest of us per i tempi in cui dirlo nell’hardware non ha più senso e invece conta farlo con una carta di credito.