QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Ci siamo quasi

Se fosse solo una questione di vendere qualche macchina in più, Apple avrebbe apprestato una versione economica di MacBook per le scuole. In futuro forse lo farà, ma come prima mossa ha presentato un iPad che riconosce Apple Pencil, monta una versione di Pages orientata alla creazione di eBook ed è potente a sufficienza per la realtà aumentata. Il tutto al prezzo più basso che si possa avere per un iPad con contorno di software per l’amministrazione della classe e duecento gigabyte di iCloud.

I critici dicono che costa più di un Chromebook (che sarebbe oggi la scelta preferita delle scuole), non c’è innovazione, non fa quello che serve e signora mia, quando c’era Steve sì che ci divertivamo.

Di fronte a questo fallimento, che cosa viene in mente a Google, dominatrice del mercato appunto con i Chromebook? Per tramite di Acer presenta una tavoletta Chrome OS.

Che riconosce uno stilo quasi buono come Apple Pencil; pesa quasi identico, solo un pochino di più; è quasi sottile uguale, solo un po’ più spesso; come software ha zero dotazione extra, quindi fa quasi quello che può fare l’iPad education.

Ma il prezzo, signora mia. Lì sì che ci siamo. Esattamente uguale.