QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Una boccata d’Air

Gentilissimo Sasha a inviare quanto segue, testo e foto. Lo ringrazio e sostengo con convinzione il suo pensiero. Avrei voluto avere la stessa abilità anni fa, quando si è rovesciato il caffè sulla tastiera del PowerBook.

§§§

Ti allego un paio di foto.

Si tratta di un MacBook Air 13” Early 2014 smontato: uno scatto ritrae il “sotto-tastiera” e l’altro la scheda logica (il lato superiore della stessa, a contatto con il “sotto-tastiera”). I cerchi gialli evidenziano il risultato di un modesto e sfortunato versamento di una nota bevanda zuccherata e gassata sul portatile. Modesto scrivo, ma quanto basta per impedire al calcolatore di completare il caricamento di macOS.

Il sottotastiera di MacBook Air aggredito dalla bevanda gassata

Il Mac mi viene affidato da un amico sconfortato: il centro assistenza chiede 600 euro per ricambio, manodopera e la speranza che non ci siano altri guasti. Il sottoscritto, deciso a far risparmiare qualche euro allo sfortunato, si prodiga e reperisce una scheda logica oltreoceano: ricambio, valuta, iva e dogana fanno, se tutto va bene, 350 euro (“E speriamo che funzioni…”).

La scheda logica di MacBook Air corrosa dalla bevanda gassata

L’amico non è convinto e pensa di acquistare un nuovo Mac. Io ho bisogno di spazio sul banco di lavoro e questo pomeriggio decido di riassemblare il portatile, ma prima voglio togliermi uno sfizio: pulirlo “da cima a fondo”, motherboard compresa…

Ora attendo con trepidazione il momento in cui comunicherò al mio amico che il suo Mac è tornato a funzionare! :-D Per lui una boccata d’Air. :–)

Fortuna? Forse, però di “plasticoni” da supermercato ne ho smontati parecchi e posso dire che, sia ad occhio nudo che al tatto, la scheda logica del MacBook Air è diverse spanne sopra la concorrenza. Eh no, non sono tutti uguali :–)

Per la cronaca, il prodotto da me solitamente utilizzato per la pulizia dei dispositivi elettronici è questo.