QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Giochi al tempo della carta

Se veramente il PowerBook 1400 che Paolo mi ha segnalato su eBay verrà venduto a 13.099 euro, vorrà dire che forse questa cosa del retrocomputing sta sfuggendo di mano.

Disciplina altrimenti reverendissima quando presa in giuste dosi, se vaccinati dal meme si stava meglio quando si stava peggio.

Per esempio questa rievocazione della creazione di Tempest, videogioco straordinariamente innovativo per il suo tempo.

Un tempo dove un programmatore di punta in Atari, azienda di punta nel settore, scriveva il codice del gioco a mano e lo passava a dattilografi che lo inserivano in un minicomputer per il successivo debugging.

Curiosità su Tempest? Lo si può giocare in macOS 9 sotto forma di un clone di nome Arashi oppure sotto Mame, dopo avere reperito le Rom del gioco su Google.