QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Notti infinite

Ritorno sul Machine Learning Journal messo in piedi da Apple perché gli articoli pubblicati sono diventati più di uno e ne sono arrivati tre nuovi in fila. Segno che c’è una qualche volontà di proseguire con l’iniziativa e anche l’interesse a pubblicare.

I temi trattati sono molto più per addetti ai lavori che per appassionati di scienza, ma visto che è estate voglio ugualmente segnalare la Normalizzazione inversa del testo vista come una questione di etichette: una spiegazione sofisticata ma non troppo di come il team di Siri lavori in modo tale che, anche se noi diciamo ventisei agosto duemiladiciassette, l’assistente vocale visualizzi 26 agosto 2017. È solo un esempio e la faccenda è meno banale di quanto sembri.

Tra un paio di anni tutti parleranno solo di realtà aumentata ma nel frattempo si daranno al machine learning e almeno una infarinatura la suggerisco vivamente.