QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

A margine

Ieri scrivevo di come gli annunci di Wwdc siano stati inaspettatamente abbondanti nonostante di vari argomenti si fosse già parlato alla vigilia dell’evento.

Due giorni dopo succede che le specifiche di HomeKit vengano aperte a tutti gli sviluppatori.

È piuttosto importante, per quanto l’apertura sia limitata all’uso non commerciale. Vuol dire che chiunque può mettersi a fare esperimenti su HomeKit su un Arduino qualsiasi.

Succede pure che venga annunciata l’adozione di WebRtc su Safari. Videoconferenza via web per Mac da Sierra in su, iOS 11 in su. Chi ha Sierra e Safari Technology Preview può provarci subito, scaricando la Release 32.

WebRtc è promettente come protocollo universale di comunicazione video, HomeKit diventa un componente fondamentale delle reti casalinghe. Apple è interessata a giocare forte in questi settori e si tratta di annunci legittimamente diretti, soprattutto, agli sviluppatori.

Eppure restano al margine degli eventi, soverchiati da una quantità di notizie che hanno una eco superiore.

È interessante. La quantità di cose che bollono in pentola in Apple ha superato la capacità di trasmissione dei canali dedicati. È anche notevole.