QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Tutto scorre

Si faceva riferimento al fatto che non esistono uno scorrimento naturale e uno innaturale, così come una striscia Oled di tasti funzione non è meglio né peggio di una striscia di tasti funzione. Sono convenzioni più o meno adatte in funzione del tempo, che quindi – sotto la pressione del tempo che passa – si modificano.

Mi è sovvenuto leggendo della polemica che sta montando a proposito del protocollo Amp di Google e di come, in particolare per il punto di vista di questo articolo che ignora volutamente le questioni dell’apertura del web e delle politiche di Google, cambi alcune abitudini di chi naviga con Safari in iOS.

Su Hacker News c’è una discussione puntigliosissima dalla quale si evince che WebKit, il motore dietro Safari, sta per applicare appunto alcuni cambiamenti alla regolazione dello scorrimento delle pagine in determinate circostanze. E chi ne parla commenta così:

Avere uno scorrimento sempre coerente, una volta che ci hai fatto l’abitudine, ti fa sentire a tuo agio.

Posso solo sottoscrivere. Se è sbagliato solo perché siamo abituati in altro modo, non è sbagliato ma diverso. Perché sia sbagliato ci vuole più di questo e può darsi che diverso sia migliore di quello che è sempre stato. Perché tutto scorre, non solo le pagine web.