QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Corsi, ricorsi e convenzioni

C’era una volta un sistema operativo chiamato Mac OS X 10.7 Lion che, visto che cosa succedeva con iPad e iPhone al momento di fare scorrere una pagina con il dito, adotto lo scorrimento naturale e invertì l’effetto che si era sempre ottenuto chiedendo lo scorrimento al mouse o al trackpad. (Rimase l’opzione di disattivarlo).

L’opinione si divise in due partiti: chi si si era abituato praticamente subito al nuovo corso e chi lo riteneva invece innaturale e sbagliato.

Passati diversi anni, il nuovo scorrimento è la norma incontrastata. Nessuno più lo critica. A ben guardare, non è per niente naturale. Neanche lo scorrimento precedente era innaturale. Semplicemente c’era una convenzione che è stata cambiata con una convenzione diversa, più adatta alle nuove condizioni a contorno.

Oggi abbiamo la Touch Bar su MacBook Pro. Chi la avversa, chi la gradisce. Qualcuno ha provato a chiedere opinioni su Twitter e il referendum è praticamente pari. Un migliaio di risposte, OK il 51 percento, KO il 49 percento.

Passeranno diversi anni e nessuno criticherà più la Touch Bar. Una convenzione più adatta alle nuove condizioni a contorno della convenzione precedente.