QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Il bene del fare

Facile di questi tempi guardare a Internet per i lati negativi: gli imbecilli scatenati, le post-verità, gli attacchi d’odio.

La rete potrebbe anche servire ad altro ed effettivamente è piena di quello che ci si riversa. Significa che l’unica vera strategia verso gli imbecilli è ignorarli e, invece, immettere nel traffico cose buone. Fare del bene. Anche solo fare una buona domanda, come questa:

Ehi, signori di Hoefler, ho cominciato a lavorare su questa famiglia di caratteri e mi piacerebbe qualche osservazione.

(Tipo Scusate, lì in Ferrari c’è qualcuno che mi dà un consiglio sul motore che ho iniziato a progettare?).

Facile di questi tempi guardare a iPad perché le vendite sono in flessione, perché non dà l’accesso al filesystem, perché la tastiera non consente ancora il pieno governo della macchina e iOS è tuttora immaturo a questo riguardo eccetera.

Con un iPad si può fare moltissimo e l’unica vera strategia è guardare a raggiungere nuovi obiettivi, invece che ostinarci a voler applicare su iPad i nostri automatismi sviluppati con Mac.

La risposta al tweet è arrivata da Hoefler con una serie di osservazioni appuntate a penna sul font in lavorazione.

Appuntate con Apple Pencil, tramite Notability.

La domanda, la risposta, la velocità della risposta, l’efficacia dei consigli, l’eleganza del risultato: tutto questo, in questa situazione, profuma di bravura e saper fare. Saper fare bene.

Porto a casa due belle lezioni, una su iPad e una su come guardare alla rete.