QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Semplice e complesso

Uno dei principî cardine del design, e la ragione fondamentale per avere una Apple, è levare la complessità dall’esperienza di utilizzo.

I pionieri, abituati a computer semplici, amano la loro complessità perché sono cresciuti mettendoci dentro le mani per sopravvivere. Se avevi un Mac negli anni ottanta ed eri bravo, ResEdit (che permetteva l’editing delle risorse interne di programmi e sistema) era quasi una medaglia al valore e c’era chi ci passava nottate a esplorare, personalizzare, divertirsi.

Negli anni i computer sono diventati sempre più complessi, credo di tre ordini di grandezza: il sistema operativo di Mac negli anni ottanta era composto da migliaia di file. Oggi sono milioni. Lo sport di esplorare le viscere del sistema oggi è molto meno diffuso e qualcuno la sente come una mancanza intollerabile. La realtà è che, maturando, i computer hanno sempre più levato la complessità dall’esperienza d’uso. Come da molto tempo hanno fatto gli elettrodomestici, le automobili, le centrali elettriche (accendiamo la luce premendo un tasto e nessuno passa i weekend a scorrere il proprio impianto elettrico spinto dal desiderio di apparendere).

Ecco perché ha sempre meno senso pubblicare notizie come l’aggiornamento del firmware di AirPods e perché è completamente a senso zero sottolineare che l’aggiornamento è avvenuto silently, silenziosamente.

Penso che l’architettura degli AirPods sia concettualmente interessantissima. Ma qualcuno passa veramente del tempo a sapere che firmware contengono i suoi auricolari? Sono auricolari. Funzionano in maniera estremamente complessa, perché noi li si possa usare nel modo più semplice. Massimo rispetto per iFixit che li disseziona anatomicamente: ci vogliono una competenza e una manualità spaventosa. Avvitarsi sul numero di versione del firmware, invece, lo trovo totalmente futile. Se vuoi apprendere, comprati un Raspberry Pi.

Mille volte meglio analizzare gli AirPods come ha fatto Flavio.