QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Ora secondi a nessuno

Si parlava di iPhone 7 che, nonostante le critiche, ha venduto molto bene (parlerò più avanti della questione dei record legati alla lunghezza del trimestre).

Ci sarebbe anche watch, sbertucciato perché non farebbe numeri importanti e non servirebbe ad alcuno, giusto per banalizzare due tra le critiche più comuni.

In realtà pare potrebbero vendersi circa tanti watch quanti Mac. Secondo Tim Cook, quello natalizio è stato il miglior trimestre di sempre per watch.

Per fatturato, watch è secondo solo a Rolex nel mondo degli orologi.

Ha ancora senso parlare di smartwatch? Ai media piace inventare categorie e termini attorno a cui alzare polveroni, a partire dalla mitica quota di mercato. Nei fatti, vedo pochissime persone che portano al polso più di un apparecchio. Invece di parlare di smart o non smart, bisognerebbe fare il conto dei polsi.

Dove, a quanto sembra, watch ha pochi rivali.

Quanto alle critiche, un altro tweet sulla falsariga di quello di ieri.

Apple Watch ha avuto il miglior trimestre di sempre. Sconnessione veramente ampia tra la tecnologia e le aspettative e la soddisfazione dell’utente normale.

Non è il caso di buttarla in altri campi diversi dal digitale, ma cominciano a diventare numerosi i settori nei quali i cosiddetti (e sedicenti) specialisti appaiono completamente scollegati dal mondo e dalle vite reali. Intanto, ora come ora, watch potrebbe avere venduto anche venticinque milioni di esemplari al mondo. Non penso che sia secondo ad alcuno.