QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Mi mancano i titoli

Titolo di un recente articolo di Adam Engst: Comprendere la marginalizzazione di Mac in Apple.

Citazione da un recente articolo di Peter Wiggins, Una settimana di montaggio video con i nuovi MacBook Pro e Final Cut Pro X, pubblicato su un sito che si definisce la risorsa numero uno per Final Cut Pro e magari non sarà vero, però insomma, qualcuno che ci svolge del lavoro sopra ci girerà pure intorno.

Con un pizzico di aritmetica elementare si vedrà che il nuovo MacBook Pro 15” è veloce [con Final Cut Pro X] quasi il doppio del modello del 2012.

Dovrei riuscire a tenere insieme l’idea che Apple sta marginalizzando Mac e per effetto di questa scelta i nuovi Mac portatili vanno (quasi) il doppio di quelli precedenti. Non so come fare.

(Se qualcuno pensa che sia solo questione di cambiare processore e viene da sé, sta fresco).