QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Fatti, non foste per essere ignorati

Ho perso il conto delle reazioni, da Facebook in su, alle presentazioni dei nuovi MacBook Pro e del Surface Studio di Microsoft.

Le posso comunque riassumere così: Microsoft ha pensato ai professionisti e Apple invece li ha delusi.

Poi leggo Gizmodo e il suo articolo: Perché Apple e Microsoft usano processori così vecchi nei loro nuovi computer?

I MacBook Pro hanno processori con architettura Intel Skylake, vecchia di un anno. Ma anche Surface Studio e Surface Book.

Ma Studio e Surface Book stanno anche usando schede video molto più vecchie, della serie Nvidia 900, rispetto alla serie 1000 fatta di chip molto più veloci e meno affamati di energia.

Avessi letto un professionista, uno solo, che nel lamentarsi dei MacBook Pro e nell’entusiasmarsi per Surface Studio avesse fatto notare la cosa.

Ma a quanto pare si tratta di persone incapaci di giudicare i propri strumenti di lavoro oltre la superficie e gli annunci da vetrina, ignorando certa concretezza che invece dovrebbe influire più di tutto nelle loro valutazioni.

P.S.: ho cancellato il mio bando personale di Gizmodo dalle mie letture abituali, visto che il farabutto senza scrupoli che lo ha fondato è finalmente fuori dai giochi e lo ha dovuto vendere.