QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Sorvoli problematici

Sono giorni in cui ringrazio spesso Stefano e stavolta più degli altri, grazie a questo scoop sull’avviso inviato da una linea aerea indiana low cost.

Note 7 spento please

L’avviso si aggiunge alle iniziative che stanno prendendo più compagnie aeree in America e in Europa. Essenzialmente, obbligo di tenere spenti i Note 7 e divieto di caricarli.

Eravamo finalmente vicini all’indifferenza delle compagnie aeree nei confronti della tecnologia a bordo.

Ora, grazie a Samsung, si può dire davvero che scoppia nuovamente la prudenza. Qui un bambino, là una signora, vicino una mamma, dentro un hotel, ti distrai un momento e la tua jeep va a fuoco; ovunque una deflagrazione di attenzione verso i computer da tasca. Con toni surreali: le unità esplose, dice Samsung, sono solo ventiquattro su un milione (è un numero enorme rispetto a qualsiasi altro incidente di questo tipo). I nuovi modelli sono marchiati in modo da essere distinti da quelli vecchi e riconosciuti come non esplosivi. Al che viene spontanea la battuta: ecco perché esplodono, si erano dimenticati il marchio… (in realtà un errore di produzione raro produce un cortocircuito nella batteria).

Se non fosse che ci rimettono persone infortunate anche seriamente, verrebbe da farsi una risata amara e sorvolare su un brutto inciampo.

Invece non si può più neanche volare tranquilli se il vicino ha un coso Samsung acceso e la protagonista di questo successone vola bassissimo: alle vittime di un telefono esplosivo, in un impeto di generosità, regala un altro telefono. Come se quello prima non si fosse già distinto a sufficienza.