QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Bugie, grandi bugie e dati Exif

Torniamo un momento su Microsoft che tarocca i risultati del suo browser Edge e Asus e Msi che passano ai recensori unità non corrispondenti alle specifiche vendute.

Huawei ha pubblicato una pagina sul suo computer da tasca P9 con una foto bellissima… scattata con una macchina professionale dal costo dieci volte superiore.

I furbetti non hanno scritto esplicitamente (e falsamente) che la foto era stata scattata con il loro apparecchio; l’hanno messa semplicemente lì a lasciare che suggestionasse il visitatore.

Tuttavia si sono dimenticati di taroccare i dati Exif e così chiunque avesse voluto controllare, poteva sbugiardarli. Così è stato.

Huawei ha tolto la foto dalla pagina. E il paese dei baloccati espande i suoi confini.

[Se il libro di Akko su macOS e dintorni si avverasse come progetto, spiegherebbe anche come ottenere il massimo dall’ecosistema. Va divulgato e sostenuto.]