QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

In tono minore

Dopo gli ultimi due anni era difficile che questo cinquantesimo Super Bowl potesse essere altrettanto emozionante e non lo è stato. Cam Newton (Carolina Panthers) ha pagato il debito di esperienza e deve essere comunque contento di essere arrivato in finale. Il gioco offensivo dei Panthers è risultato sottotono e dall’altra parte a Peyton Manning, fin troppo navigato, è bastato fare meno errori. A parte uno straordinario touchdown di Carolina in salto sopra le teste dei Broncos, la partita ha offerto poco. Bellino lo spettacolo di metà partita, con una conclusione coinvolgente.

Esclusa l’opzione di presenziare fisicamente a Santa Clara, arrivare virtualmente al Super Bowl è stato scomodo. Non avevo l’abbonamento giusto su Sky né su Mediaset Premium e nemmeno tempo più voglia di attivare una Vpn per ricevere lo streaming di Cbs.

Non capisco l’impossibilità di acquistare su Sky la singola visione del Super Bowl, anche a prezzo eccessivo, come invece permetteva – sempre a prezzo eccessivo – Nfl Game Pass su iOS. Ci sono arrivato dopo avere tentato su tv, inutilmente: Cbs Sports, titolare dei diritti negli Usa, non consentiva la visione dall’Italia e Nfl aveva un bug a causa del quale continuavo a passare da una richiesta di acquisto del Game Pass, senza mai riuscire a soddisfarla.

Nfl Game Pass su iPad ha funzionato perfettamente e mi ha permesso di ridirigere il video sul televisore di casa, in scintillante alta definizione. L’esperienza complessiva dovrebbe tuttavia migliorare, specialmente visto che è a pagamento. Che la partita sia sotto tono può accadere e dipende da mille fattori; volerla guardare dovrebbe essere questione di un clic o due.

Aggiungo a posteriori dopo avere inserito svariate correzioni suggeritemi nei commenti al post (ringrazio tutti): a causa di una mia distrazione ho comprato un Game Pass NFL per l’intera stagione su tv, che però non funzionava. Il sistema continuava a proporre l’acquisto a ripetizione, senza dare accesso ai contenuti. Più tardi ho comprato un altro Game Pass su iPad, come scrivevo, e più tardi ancora ho chiesto il rimborso del primo Pass, quello non funzionante, che è avvenuto senza alcun problema in tre clic a partire dalla fattura di acquisto in posta elettronica.