QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Vita da passcode

Dal secolo scorso i miei computer sono Microsoft-free, a parte una installazione di Silverlight dentro una macchina virtuale.

Ora purtroppo ragioni lavorative mi hanno costretto all’apertura di un account di posta Exchange, che ovviamente funziona su Mac, iPhone e iPad.

Non senza problemi: Exchange si rifiuta di funzionare su iOS se non è attivo il passcode che protegge l’accesso alla macchina. Passcode che per me è sempre stato un fastidio e ho sempre evitato.

Non finisce qui: avere un passcode attivato su iOS lo attiva, comprensibilmente, anche su watch.

Avere il passcode su watch è veramente una fettina di vita grama, che oltretutto nega anche alcuni dei migliori benefici dell’oggetto.

La parte migliore: Exchange inibisce la disattivazione del passcode. Che quindi deve restare attivo, sempre e comunque.

Ecco che cosa accade a installare software Microsoft: la qualità della vita scende. E pensare che qualcuno lo fa pure per scelta.