QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Le mani nello spork

Neanche quest’anno ci sarà tempo per occuparsi di tutte le cose interessanti. Scopro or ora che si lavora a uno spork di FreeBsd chiamato NeXTBsd.

FreeBsd è un sistema operativo libero da cui Apple ha preso molto nel fare nascere OS X. NeXTBsd aspira a prendere il meglio di FreeBsd e unirlo alle parti open source di OS X, a scopo di modernizzazione ed efficienza.

Gli sviluppatori lo chiamano spork perché non lo intendono come un fork, un ramo di FreeBsd che diventa indipendente e si sviluppa diversamente da quello ufficiale aumentando sempre più il livello di separazione. Piuttosto, sembra di capire, si vuole seguire la linea prendendosi la libertà di intervenire quando pare opportuno.

È una bella notizia. Il lavoro su OS X che ha portato risultati aperti a tutti diventa foriero di sviluppi che non sono necessariamente quelli di Apple e contemporaneamente le parti open source del sistema operativo Mac possono solo diventare più robuste e sicure.

Per ora c’è poco o nulla. Promettono una installazione funzionante per fine mese e non vedo l’ora di poterci mettere le mani.