QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Widget, gadget

Ancora un secondo sulla questione dei widget, dato che ho trovato un vecchio post di John Gruber che riempie varie mie lacune in argomento. È piuttosto lungo, comunque consigliato. Riporto alcuni brani chiave.

Konfabulator sarebbe originale perché i suoi widget si basano su un linguaggio di scripting? Esistono frotte di runtime di scripting che permettono di creare piccole-applicazioni-con-finestra. Per esempio, su Mac OS, avevamo OneClick.

Konfabulator contiene il proprio motore di runtime JavaScript. I suoi schemi di interfaccia utente sono specificati in un formato Xml personalizzato. […] Dashboard, d’altra parte, si basa su WebCore, il motore di impaginazione e scripting dietro Safari, che è quello incorporato in OS X. Per quanto riguarda l’interfaccia, i gadget di Dashboard sono specificati in Html e Css.

L’idea è sempre quella; la realizzazione è molto diversa.

I gadget Dashboard sono uteriormente estendibili usando Cocoa. Non è necessario farlo, ma esiste l’opzione di farlo se con JavaScript da solo non ci si arriva.

L’idea che widget e applicazioni si distinguano in base al linguaggio usato per scriverle ancora una volta non regge.

L’idea di un runtime scriptabile che mostri piccoli applet nelle loro finestre non è di Konfabulator. (Si veda DesktopX, un prodotto simile per Windows nato nel 1999).

Vero è che Apple li chiamò inizialmente gadget, per poi rubare il nome ai widget di Konfabulator. Sembra un po’ poco, però, per istruire un processo.