QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Compagnie limitate

A marzo avevamo scomodato Michelangelo per parlare dell’assenza di un browser dentro watch.

Puntuale, ecco uno smanettone di soprannome Comex che pubblica il video titolato Ho sempre voluto un browser sul polso.

L’esperienza, anche perché raffazzonata e di zero valore fuori dall’ottenere il risultato in quanto tale, è inutile.

E si capisce perfettamente la grandezza del design che si sforza di togliere cose che possono non servire, contrapposto a quello che cerca di aggiungere cose che potrebbero servire. Da ricordare guardando quei computer pieni di porte inutili o i coltellini svizzeri, senza pari in campeggio, da tenere in un cassetto nella vita di tutti i giorni.

Uno dei mali dell’epoca è la volontà pervicace di fare qualcosa solo perché potrebbe essere fatto. Ecco un esempio del perché è un male.

Non so se Comex sia in buona compagnia nel volere il browser sul polso. Certamente limitata.