QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Sbagliando si impara

Ho trovato istruttivo l’articolo Il mio più grosso errore con WatchKit: programmatori alle prese con watch spiegano che cosa hanno sbagliato, o che cosa hanno imparato (che in questo campo è quasi la stessa cosa).

Si va dal sottovalutare i problemi di connessione con Bluetooth al pensare al testo senza cornici (dal momento che i bordi dello schermo provvedono da soli), con una sottolineatura del come sia meglio collaudare senza troppa fretta di uscire a tutti i costi senza avere una cosa che funziona veramente come deve.

Perché lo schermo piccolissimo di un computer da polso non perdona, neanche il minimo errore di design. E perché, nonostante sia piccolissimo, consente possibilità di espressione notevoli per un’app che trova lo spazio e la funzione giusta.

Che cosa mettere sullo schermo di una cosa grande come un orologio non è affatto scontato. Stai a vedere che questo watch diventa un fenomeno interessante.