QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Che bella battaglia

Periodicamente devo raccomandare Battle for Wesnoth e il momento giunge propizio perché si avvicinano le feste.

Assolutamente da scaricare e giocare da soli nelle lunghe notti invernali quando tutti gli altri dormono; giocare in compagnia di illustri sconosciuti incontrati in rete se la famiglia è lontana; giocare in famiglia in hotseat (a turno davanti al computer) per divertimento semplice ma non banale, competitivo ma non violento, per togliersi lo sfizio di una sera oppure dedicare decine di ore a completare le campagne più difficili (o magari usare l’editor integrato e giocare con ragazzi dell’età giusta a creare insieme uno scenario).

Il tutto a costo zero (a parte la possibilità di lasciare una piccola donazione natalizia a un progetto eccezionale per longevità e risultati).

È appena uscita la nuova versione 1.12 che rifinisce interfaccia e gioco a livelli notevoli e lo rende ancora più godibile, in maniera significativa.

Unica lacuna del gioco è la situazione di App Store: per iOS è disponibile solo il porting di uno sviluppatore che non aggiorna il programma da oltre un anno. Battle for Wesnoth HD (iPad) e Battle for Wesnoth (iPhone e iPod touch) sono fermi alla versione 1.10.5 del gioco. Che comunque merita, ma rispetto alla 1.12 odierna si vede una certa distanza. C’è un costo di 3,59 euro a versione che tutto sommato potrebbe anche valere l’esperimento, ma è doveroso segnalare che rispetto all’esperienza su Mac, non è la stessa cosa. Lo sviluppatore sostiene che tra tre settimane circa potrebbe inviare un aggiornamento su App Store. Al momento ci si può solo fidare. Se qualcuno sapesse fare di meglio, il codice sorgente è liberamente disponibile.

Tra Natale e Epifania accetto sfide.