QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Cuori di ghiaccio

Contrariamente a quanto ritenevo, vari personaggi pubblici italiani hanno ritenuto di sottoporsi alla secchiata di acqua ghiacciata contro la sclerosi laterale amiotrofica.

La cosa ha preso talmente piede che in Samsung hanno avuto un’idea geniale: fare partecipare anche Galaxy S5 Als. Il quale, come d’uopo, al termine dell’esperienza ha sfidato iPhone 5s e un Lumia di Nokia.

Nel video di quindici secondi si nota come l’orologio della barra di sistema passi dalle 2:16 alle 2:50, mentre il widget sulla schermata principale rimanga fisso sulle 2:16.

Il particolare è importante, dato che Galaxy 5S Als è certificato per resistere all’immersione per trenta minuti alla profondità massima di un metro. L’idea dello spot era sfruttare la popolarità della secchiata per porsi come superiore rispetto a iPhone, che non ha la stessa certificazione (anche se può resuscitare da un lago).

Ma i due orologi visibili nel filmato non corrispondono. O non è passata veramente mezz’ora, o c’è un fotomontaggio. In entrambi i casi c’è il trucco.

Così non si capisce se la sfida a iPhone riguardi la mobilitazione per una buona causa, oppure l’ennesima sparata pubblicitaria senza sostanza. Specialità nella quale Samsung appare imbattibile.