QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Sessanta giorni fine mese

Ricorreva l’altroieri l’anniversario dell’apertura del primo Apple Store, tredici anni fa. Oggi i 424 Apple Store fanno più soldi per metro quadrato delle gioiellerie Tiffany e dei grandi magazzini Harrod’s. Al tempo i commenti erano Mi dispiace Steve, ecco perché gli Apple Store non funzioneranno o Apple sta grattando il fondo del barile.

In fondo a questo post c’è il video di Jobs che mostra il primo Apple Store alle telecamere, sei giorni prima dell’inaugurazione. (Lo so, Fabio, che i video non si vedono nel feed Rss, ci arriverò). Ma che ci vuole, ad avere torto tredici anni dopo? Nessuno sa prevedere il futuro. Si può fare molto meglio:

Hanno sessanta giorni per presentare qualcosa o sparire. Ci vorranno anni perché spariscano i 130 miliardi di cassa di Apple, ma diventerà un’azienda irrilevante […] diventeranno zombi, se non escono con un iWatch.

Era il 20 marzo. Siamo a sessantadue giorni e questa zombizzazione non si vede. Sarà una profezia a sessanta fine mese, come le fatture?