QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Una parabola dei talenti

Si sapeva da tempo ma appaiono in questi giorni nuovi dettagli sulla vicenda di Steve Jobs che, nel 2001, incontrò i vertici di Sony per convincerli a concludere un accordo di licenza riguardante Mac OS X sui portatili Vaio.

Non se ne fece niente, principalmente perché il management della multinazionale giapponese ritenne di avere speso abbastanza per ottimizzare i Vaio verso Windows e di non voler spendere ancora per farlo con il sistema operativo di Apple.

Una dozzina di anni dopo si mormora che Sony stia cercando di liberarsi della propria attività di produzione di personal computer.

Mi sovviene quel passo della parabola dei talenti:

Ho avuto paura e sono andato a nascondere il tuo talento sotto terra.

La differenza è che Sony ha scelto di nascondere il proprio talento, al posto di quello del padrone. E adesso arriva la punizione, non divina ma del mercato.