QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Studenti a tempo ritrovato

Il primo pensiero va a iTunes U che, non avesse preceduto tutti nella distribuzione gratuita di insegnamento online, ci sarebbe andata vicina e rappresenta comunque la testimonianza più autorevole e significativa in materia: una delle eredità più preziose e meno appariscenti dell’era di Steve Jobs.

Detto questo, la novità di oggi è Coursera che ha fatto debuttare la propria app per iPhone.

La marea sta salendo. Non c’è mai stata così tanta istruzione disponibile online, di così alto livello, così gratuita, così largamente accessibile. Qualcosa che potrebbe lasciare il segno sul futuro dell’umanità intera e di miliardi di persone, ciascun singolo individuo.

The Unofficial Apple Weblog scrive con noncuranza di materia potenzialmente esplosiva:

Se fossi un pendolare, accenderei Coursera per imparare neuroscienze mediche invece che guardare il vuoto oltre il finestrino.

Imparare nel tempo di ripiego e quel tempo, ritrovarlo: non sta nel nostro Dna. Eppure rischia di portarci vantaggi pazzeschi. O perdere terreno, se cediamo all’abitudine e al quieto vivere mentre gli altri si attivano. Chi può, studi. Mai come oggi si poté dire basta un cellulare.