QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Quote e mercati

Il quarto giovedì di novembre è per gli americani il Thanksgiving Day, giorno del ringraziamento. Il venerdì dopo lo chiamano Black Friday perché, satolli e in vacanza, si buttano nello shopping e inaugurano la stagione commerciale natalizia.

Hanno speso online quasi due miliardi di dollari, in aumento del 39 percento sull’anno scorso. Una volta su quattro, l’acquisto online è stato condotto da un computer da tasca o a tavoletta.

Le tavolette Android hanno contribuito a vendite per 42 milioni di dollari. I computer da tasca, sempre Android, per 106 milioni.

iPhone ha fatto la sua parte per 126 milioni di dollari. Da solo, è stato all’altezza di tutto Android messo insieme.

iPad ci ha messo 417 milioni di dollari. Gioco, partita, incontro.

Ho commentato il Black Friday anche l’anno scorso. Nel frattempo, leggo ovunque una volta a settimana, Android ha conquistato importantissime quote di mercato.

Intanto, quando gli apparecchi vengono usati veramente e la gente vota con il portafogli, iOS genera 543 milioni di dollari di vendite; Android 148 milioni. Il rapporto è undici contro tre.

Passato un anno è cambiato poco o nulla e mi chiedo: quale negoziante, inserzionista, programmatore, finanziatore sceglierà in prima battuta Android per un qualsiasi progetto destinato a generare ricchezza?

In omaggio, l’infografica riassuntiva dei dati.

Black Friday 2013