QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Nuovi mecenati

Un gioco che mi ha colpito ultimamente è Superbrothers: Sword & Sorcery EP, nato nel 2011 su iPad e oggi giocabile ovunque, anche Mac e Windows tramite Steam. Teoricamente appartiene al filone dei giochi di ruolo di azione; in verità il genere appare come pretesto per mettere in scena una esperienza grafica e sonora rarefatta, raffinata, guai a chi giocasse senza un paio di buoni auricolari oppure in un ambiente troppo rumoroso per la colonna sonora.

I creatori del gioco sono indipendenti e per loro raggiungere il traguardo di un milione e mezzo di copie è stato un bel successo. Una infografica mostra come sono andate le vendite. Il gioco è decollato su iPad e poi su iPhone.

L’89 percento di chi lo ha acquistato su iOS lo ha pagato a prezzo pieno e il 77 percento di chi lo ha preso per Android lo ha preso in sconto. Più della metà del fatturato viene da iOS, dove è stato venduto un terzo delle copie totali.

Quelli che comprano Android perché tutto deve costare meno, sanno chi ringraziare per avere buon software.

Sword & Sorcery