QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Citofonare Paolo

Non l’ho ancora visto su App Store, ma è solo questione di tempo: come da scoop del bravissimo Federico Viticci di MacStories (il più bravo resta sempre Fabio, lui però è a livelli altissimi e dietro c’è il vuoto pneumatico), torna Vlc per iOS.

Era scomparso per una diatriba sulla sua licenza, iniziata da Rémi Denis-Courmont, uno dei programmatori del progetto, sospettabile di conflitto di interessi per via della sua militanza in Nokia e del suo possibile ampio mancato guadagno a causa della comparsa di iPhone.

Paolo Attivissimo non perse l’occasione di definire iPad terminale “stupido” e lucchettato.

Mi aspetto che Paolo ora cambi idea. Sosteneva pure l’impossibilità di avere software libero su App Store e lo avevo smentito con un elenco chilometrico.

Ora iPad non è più lucchettato, giusto? Vlc torna.

Quanto a Denis-Courmont, mi piacerebbe sentire il suo parere. Dopotutto la sua Nokia, ora, produce apparecchi la cui chiusura fa impallidire quella presunta di iOS.