QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Il gioco delle copie

Diceva più o meno Karl Marx che le tragedie della storia si ripetono come farsa.

A marzo si accennava come Microsoft cercasse di popolare il proprio negozio online di applicazioni a colpi di buoni da cento dollari per i programmatori disposti a tutto pur di mettere qualche soldo in tasca (e magari parleremo anche della qualità di quello che può venir fuori da un sistema del genere).

Molto è cambiato. Adesso, annegata in un articolo-fiume su BusinessWeek di sostanziale propaganda per Windows Phone, si può leggere la frase seguente:

I miei amici in Silicon Valley mi dicono che Microsoft ha offerto centomila dollari e anche più di questi ad aziende che realizzeranno app per Windows Phone.

Continuo a preferire un modello dove c’è un’idea, quell’idea funziona, e viene premiata, al modello dove le idee degli altri vengono fatte copiare a forza (di denaro).