QuickLoox

Dal mondo Apple all'universo digitale, in visualizzazione rapida dell'ovvio

Bugie, grandi bugie e sbadigli

Microsoft vuole tanto diventare il secondo venditore di computer a tavoletta dopo Apple. Così ha pubblicato una tabella comparativa di iPad con vari modelli di tavoletta Windows 8. Il modello preimpostato per comparire è VivoTab Smart di Asus, che già con un nome così parte per forza svantaggiato.

Le due foto iniziali sembrano un po’ fuori scala, ma pazienza.

Spessore: differenza minima. Sbadiglio. Batteria: differenza minima. Sbadiglio. Peso: differenza minima. Sbadiglio.

Dimensione schermo: ehi, ma quanto è più grande Windows 8!

Bugia. La diagonale Asus è maggiore, però le dimensioni sono diverse: 7,76 x 5,82 pollici iPad, 8,8 x 4,95 pollici Asus. Che ha un’area minore del 3,55 percento. Sbadiglio. Bugia, però.

Non sto a tediare sul resto (cloud superiore? No, perché un iPad può avere iCloud e SkyDrive insieme). Alla fine, tra gli sbadigli, si arriva al prezzo e sempre lì finisce: l’unico motivo per scegliere qualcosa con l’odore di Windows è che costa meno. Vale meno.

Stranamente manca un accenno alla risoluzione dello schermo, Retina su iPad e invece no sugli altri. Oppure al numero di applicazioni disponibili. O di accessori. O alle prestazioni.

Se serviva una testimonianza di quanto siano diventate inutili queste comparazioni nel XXI secolo, eccola servita pronta da Microsoft. Sbadigli, bugie e tanti alibi per dire senza dirlo se per caso non vuoi comprare un iPad, per favore non prendere Android.